LE VOCI VERBALI

    Il sistema verbale italiano comprende sette modi (indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo, participio, gerundio e infinito) ognuno dei quali comprende due o più tempi (presente, passato, imperfetto, ecc.), con sei forme diverse - una per ciascuna persona del soggetto (prima, seconda e terza, singolari e plurali). In totale, si arriva a quasi un centinaio di forme diverse, tra semplici – ossia formate da una sola parola come "vado, andavi" – e composte come "sia andato, sarebbero andati". Le sole forme semplici sono oltre 40.

    Il ramo della grammatica che si occupa delle forme si chiama "morfologia"

    La morfologia del verbo inglese è enormemente più semplice: nel caso di un verbo regolare, dalla si ricavano tutte le altre. Le desinenze sono solo tre:

    -s per la terza persona singolare del presente semplice: I love "io amo"; she loves "lei ama";

    -ed per il passato e il participio passato: you loved "tu amasti"; loved "amato";

    -ing per quella che chiameremo "forma –ing" e che in vari casi corrisponde al participio presente e al gerundio italiani: loving "amante, amando".

    Per il futuro, il condizionale e gli altri tempi e modi ci si serve di verbi ausiliari di vario genere: be, have, let, shall, will, should, would, do, does, did, il cui uso verrà esaminato dettagliatamente in seguito. Potete trovare le rispettive voci anche nella pagina "Norme"

    Sulla morfologia del verbo inglese notiamo anche quanto segue:

    a) Il verbo be "essere" è l’unico verbo con una certa varietà di forme:

    forma semplice be

    presente (I) am, (you, we, they) are, (he, she, it) is

    passato (I, he) was, (you, we, they) were

    participio passato been

    forma in -ing being

    b) diamo un altro esempio relativo ai verbi regolari:

    Forma semplice walk

    forma in -ing walking

    presente (I, you, we, they) walk, (he, she, it) walks

    passato (I, you, he, we, they) walked

    participio passato walked

    Per le modificazioni ortografiche, si veda la tabella "ORTOGRAFIA"

    c) I verbi irregolari hanno solitamente forme diverse per la forma-base (da cui derivano l’imperativo, il presente e la forma -ing), per il passato e per il participio passato – vedere per dettagli più precisi l’elenco dei verbi irregolari più frequenti, sempre accessibile dalla colonna di destra. Ecco come esempio il verbo go "andare":

    forma semplice go Go! going, I go, he goes

    passato went I went

    participio passato gone She has gone, I had gone

    d) Il verbo have ha la forma irregolare has per la terza persona singolare del presente.

    e) In inglese il soggetto non può mai essere sottinteso (con una sola eccezione, che vedremo studiando il modo imperativo) e i pronomi sono quindi molto importanti. Prima di procedere nello studio dei verbi inglesi occorre imparare i pronomi personali studiandoli  qui: .

    Si consiglia la lettura di questa pagina per comprendere bene la differenza fra il tempo cronologico e i tempi verbali.