Por.Te.N.T.

Il Portone del Testing - Nuove Tendenze

Presentazione


Ricorda Orwell che nel mondo dominato dal Big Brother i dati e il loro continuo rimaneggiamento servono a nascondere e confondere il vero: "Statistics were just as much a fantasy in their original version as in their rectified version." E la piccola Sissy di Hard Times non riesce ad afferrare le statistiche, che per lei sono dei balbettii indecifrabili, astraendosi dalle situazioni concrete: "Se in una città con un milione di abitanti, le chiede l'insegnante Mr M'Choakumchild, solo venticinque all'anno muoiono di fame per strada, che giudizio dai di tale percentuale?" "Che per quelli che sono morti non fa differenza che gli altri siano un milione o un miliardo." La risposta, naturalmente, è errata e il test è fallito.

Proprio come la scuola, se bada solo a sbagli, errori, statistiche e punteggi.


Concludevo così il mio secondo volume sul Language Testing e riprendo da lì non solo per dare continuità al mio discorso, ma per sottolineare che gli aspetti tecnici, inclusi quelli statistici, devono inquadrarsi nella prospettiva di una Glottodidattica umanistica. Ma di ciò si discuterà diffusamente nelle sedi appropriate.

Questo mini-portale vuol mettere a disposizione degli insegnanti italiani a tutti i livelli un luogo ove acquisire principi e tecniche (anche di testing computerizzato), scaricare esempi di test e discutere i propri problemi con i colleghi. E' a disposizione di tutti coloro che vorranno contribuire con idee, proposte e materiali di qualsiasi tipo. Gli ulteriori sviluppi dipenderanno anche dalla collaborazione di chi vorrà partecipare al progetto.

Inizialmente vi saranno: